La dieta paleo come funziona e i suoi potenziali benefici

Dieta paleo come funziona e potenziali benefici

in Articoli

La dieta paleo o paleodieta è molto gettonata in altri paesi Europei, meno in Italia. Scorpiamo come funziona e i suoi potenziali benefici.

La dieta paleo, nota anche come "dieta dell'uomo delle caverne", è un approccio dietetico che cerca di imitare le abitudini alimentari dei nostri antenati paleolitici. Si tratta di una dieta in cui fondamentalmente si evitano gli alimenti trasformati/processati.


I fautori della dieta paleo sostengono che questo modello alimentare possa portare alla perdita di peso, al miglioramento dell'energia e ad altri benefici per la salute. Sulla perdita di peso ho diverse perplessità, come in ogni dieta il dimagrimento si ottiene con una restrizione calorica quindi anche in questo caso, a prescindere da cosa mangiate, conta quante calorie consumate e quante ne assumete.  


La dieta paleo è fondamentalmente una dieta ricca di proteine, grassi sani e cibi integrali e povera di carboidrati raffinati e alimenti trasformati. Questa dieta è quindi incentrata sul consumo di alimenti che erano disponibili per i nostri antenati prima dello sviluppo dell'agricoltura moderna e della trasformazione alimentare. 


Gli alimenti consentiti nella dieta paleo includono: Carne, tra cui manzo, maiale, agnello e selvaggina Pollame, come pollo, tacchino e anatra Pesce e frutti di mare Uova Verdure, comprese verdure a foglia verde, ortaggi a radice e verdure crocifere Frutta, tra cui bacche, meloni e agrumi Noci e semi Grassi sani, come olio di cocco, olio d'oliva e olio di avocado 


Gli alimenti che sono esclusi dalla dieta paleo includono: Cereali, tra cui grano, riso e mais Legumi, come fagioli, lenticchie e arachidi Latticini, tra cui latte, formaggio e yogurt Alimenti trasformati, come snack bar, biscotti e cereali per la colazione Zucchero e dolcificanti artificiali 

Dieta paleo cos

Principali Benefici della Dieta Paleo


Perdita di peso: la dieta paleo può portare alla perdita di peso ma in modo indiretto. Eliminando infatti molti alimenti trasformati ad alto contenuto calorico e dando la preferenza alle proteine in alcuni casi si osserva un dimagrimento ma resta sempre il deficit calorico quello che porta veramente a dimagrire


Miglioramento della salute dell'intestino: la dieta paleo può migliorare la salute dell'intestino, in quanto elimina molti ingredienti che alcuni associano a disturbi intestinali come glutine, latticini e legumi ed enfatizza frutta e verdura ricche di fibre. 


Riduzione dell'infiammazione: la dieta paleo può aiutare a ridurre l'infiammazione nel corpo, poiché elimina molti alimenti pro-infiammatori come zucchero, alimenti trasformati e carboidrati raffinati. 


Più energia: alcune persone segnalano livelli di energia migliorati quando seguono la dieta paleo, in quanto elimina molti cibi ricchi di carboidrati e a basso contenuto di nutrienti che possono portare a picchi di glicemia (e conseguenti crolli)


Potenziali svantaggi della dieta paleo


Opzioni alimentari limitate: la dieta paleo può essere difficile per alcune persone, poiché elimina molti alimenti comuni come cereali, legumi e latticini. 


Ricca di proteine animali: la dieta paleo può essere ricca di proteine animali, il che può essere motivo di preoccupazione per le persone con determinate condizioni di salute, come le malattie renali. 


Carenze nutrizionali: la dieta paleo può portare a carenze nutrizionali se non è ben pianificata, poiché elimina molte fonti di nutrienti importanti come il calcio (dai latticini) e le fibre (dai cereali e dai legumi). 


La dieta paleo fa per te?


La dieta paleo può essere utile per migliorare la qualità degli alimenti che mangiamo ogni giorno, anche senza seguirla alla lettera ma semplicemente apportando delle piccole modifiche a ciò che mangiamo ogni giorno magari sostituendo le farine normali con quelle non raffinate, evitando i cibi trasformati o limitandoli e preferendo dolcificanti naturali e non raffinati.


Come con qualsiasi dieta, è importante parlare con un operatore sanitario prima di iniziare e assicurarsi che sia appropriato per le proprie esigenze e obiettivi individuali. Soprattutto se sussistono malattie pregresse.

0 commenti

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con l'asterisco sono obbligatori