Semi di Chia, 10 proprietà che ne fanno un vero "superfood"

in Articoli
I semi di Chia sono originari del Messico, i Maya ne conoscevano già le grandi proprietà benefiche per la salute e infatti "Chia" nell'antico linguaggio dei Maya significava "forza".
Fino a qualche anno fa non erano molto noti mentre negli ultimi anni, con la diffusione di tendenze alimentari più salutistiche, sono diventati delle vere star che ogni persona attenta all'alimentazione non manca di avere in dispensa.
Ecco 10 motivi per cui sono davvero unici e salutari:
  1. I semi di Chia sono considerati tra i cibi più sani del pianeta,  nonostante le minuscole dimensioni contengono una grande quantità di nutrienti molto concentrati che ne fanno a tutti gli effetti un “superfood”. Sono naturalmente senza glutine.
  2. Sono ricchi di antiossidanti che contribuiscono a combattere la produzione di radicali liberi, anti aging e anti tumorali.
  3. Quasi tutti i carboidrati che li compongono sono costituiti da fibre che, al contrario degli zuccheri, non alzano il livello di glucosio nel sangue e assorbono molto i liquidi aumentando il senso di sazietà e alimentano la flora batterica intestinale “buona”. Con il 40% di fibra i semi di Chia sono una delle più importanti fonti di fibra esistenti al mondo.
  4. Hanno un buon contenuto proteico (14%) e amminoacidi bilanciati che risultano preziosi soprattutto per chi non mangia proteine animali.
  5. Proprio grazie al contenuto di fibra unito a quello di proteine possono dare una mano a dimagrire, aumentando il senso di sazietà e riducendo gli attacchi di fame.
  6. Come i semi di lino sono ricchi di omega 3 (più del salmone!) ma non contenendo DHA (acido docosaesaenoico) vengono considerati una fonte di omega 3 di qualità inferiore. Per trarne tutti i benefici conviene assumere un integratore di DHA (o mangiare salmone, tonno o pesce azzurro tra le poche fonti alimentari di DHA).
  7. Recenti studi hanno messo in relazione l’assunzione di semi di Chia con una riduzione del rischio di infarti e un abbassamento della pressione sanguigna.
  8. I semi di Chia contribuiscono a rafforzare le ossa grazie al loro contenuto di calcio, fosforo, magnesio e proteine.
  9. Alcuni studi (per ora effettuati solo sugli animali) hanno evidenziato come assumere semi di Chia possa contribuire a tenere sotto controllo i livelli di insulina nel sangue ed evitare i picchi glicemici.
  10. Possono aiutare a ridurre gli stati di infiammazione cronica (lo studio è ancora in corso)

In 100 grammi di semi di Chia troviamo:

468 kcal

31g Grassi (Saturi 3,3g, Polinsaturi 24g, Monoinsaturi 2,3g)

42g Carboidrati (34g fibra)

17g Proteine 

16mg Sodio

407mg Potassio

335mg Magnesio

631mg Calcio

7,7mg Ferro

0 commenti

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. I campi con l'asterisco sono obbligatori